Ciclamino: un fiore che rende l’inverno più colorato​

Ciclamino: un fiore che rende l'inverno più colorato

Mentre nella stagione calda il re dei nostri balconi italiani è il geranio, la stagione fredda è dominata dal ciclamino.

Il ciclamino (Cyclamen persicum) è una pianta appartenente alla famiglia delle primulacee. Di origine orientale, ha presto conquistato un posto di primo ordine nei giardini e balconi di tutto il mondo grazie alla bellezza della sua fioritura e all’eleganza del suo fogliame.

È una pianta perenne ed erbacea dotata di un tubero leggermente schiacciato di forma rotonda, dalla parte inferiore partono delle radici secondarie, mentre la parte superiore dà origine a foglie e fiori.

La pianta va in riposo vegetativo nel periodo estivo, ciò comporta il totale o quasi disseccamento della parte superiore, fiorendo durante tutto il periodo che va da settembre a marzo. 

Vi sono differenti grandezze del ciclamino come, quelle nane e le comuni che comunque non superano i 40 centimetri d’altezza.

In natura si possono osservare i classici ciclamini selvatici piccoli e dal color ciclamino caratteristico (rosa-violaceo).

La sfera dei colori in possesso al ciclamino sono il bianco, il rosso e il viola con diverse tonalità e variegature. Le foglie sono leggermente carnose, lucide e variegate con diversi colori.

Il ciclamino non ha preferenze in fatto di terreno, bensì sono da evitare i terreni compatti e che formano eventuali ristagni idrici.

Per quanto riguarda la coltivazione in vaso si può utilizzare un qualsiasi terriccio universale, miscelato con sabbia o, terreno del giardino con l’accortezza di non utilizzare sottovasi che causerebbero ristagni idrici. Posizionate la vostra pianta in un posto ombreggiato.

La concimazione del ciclamino non è essenziale, mentre la potatura si può definire più che altro come una pulizia generale della pianta eliminando le foglie e fiori secchi Come detto sopra l’irrigazione deve essere scarsa.

La riproduzione del ciclamino avviene per seme, se si vuole provare a coltivare le proprie piantine autonomamente si devono far maturare uno o più fiori.  

Quando la sfera dissecca completamente prelevatene i piccoli semi e metteteli in vasi con terreno composto da torba e sabbia nei mesi di febbraio- marzo.

Le malattie che colpiscono il ciclamino sono rare ma presenti, si possono avere malattie fungine che attaccano il fogliame o più raramente attacchi parassitari da combattere con del verde rame o prodotti specifici.

Leggi anche l’articolo sul geranio!